FILATELIA - LA COLLEZIONE - VATICANO - IL PASSATO

1963 - 1978  Pontificato di PAOLO VI

 

1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1970
1971 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978

Durante il Pontificato di PAOLO VI furono emessi i seguenti 303 francobolli:

275 Posta Ordinaria
3 Foglietti
19 Posta Aerea
  2 Espressi
4 Blocchi Mosaico

Giovanni Battista Enrico Antonio Maria Montini nacque a Concesio il 26.09.1897 da una famiglia benestante del paesino lombardo, in prossimitÓ di Brescia. Fragile, ma acuto ed intelligente, riceve la sua prima educazione dai Gesuiti a Brescia e poi nel 1916 nel seminario diocesano, continuando per˛ a risiedere nella casa dei genitori per colpa dei suoi problemi di salute.

Viene ordinato sacerdote nel 1920 e dopo parte per Roma per studiare teologia e giurisprudenza presso l'UniversitÓ gregoriana. Nel 1922 inizia anche gli studi delle materie diplomatiche. Lo stesso anno riceve diversi incarichi nella segreteria di Stato del Vaticano e nel 1952 Pio XII lo nomina segretario. Nell'organizzazione universitaria cattolica Fuci conosce quelli che saranno i futuri leader della Democrazia cristiana, come Aldo Moro ed Amintore Fanfani. Si mostra, invece, ostile al fascismo.

Nel 1954 Ŕ nominato vescovo di Milano, esperienza che lui stesso indica come una "missione". Diventa cardinale nel '58 grazie a Giovanni XXIII, Papa di cui Ŕ confidente e con il quale collabora per la preparazione del Concilio ecumenico Vaticano II. Alla morte del "Papa buono" (3 giugno 1963), dopo venti giorni di Conclave, Montini viene eletto Papa, anche su suggerimento di Giovanni XXIII che lo aveva indicato come suo possibile successore, e sceglie il nome di Paolo VI. Il suo programma Ŕ subito chiaro: "Difenderemo la chiesa dagli errori di dottrina e di costume". Il suo pontificato si caratterizza immediatamente per la volontÓ di portare a termine il discorso innovativo iniziato dal suo predecessore. Infatti riapre il Concilio interrotto (29 settembre 1963- 8 dicembre 1965) cercando di contenere il suo animo progressista in un programma moderato. Riforme liturgiche, il concetto di chiesa come popolo di Dio, il dialogo con il mondo sono alcuni dei principi stabiliti. Uomo di spirito caritatevole e mite, non riesce a conquistare il mondo dei mass media, spesso ostile e freddo nei suoi confronti.

Il penultimo Giubileo ordinario risale al 1975 ed Ŕ stato indetto proprio da Paolo VI. Il periodo finale della sua vita - fino alla morte, 6 agosto 1978 a Castelgandolfo - Ŕ reso triste dalla sua salute malferma e dall'assassinio dell'amico Aldo Moro.

 

1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1970
1971 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978

 

Vaticano Il Passato   |   Pio XI     Pio XII     Giovanni XIII     Paolo VI     Giovanni Paolo I     Giovanni Paolo II    |    Vaticano NovitÓ    

 

(pagina pubblicata il 31.03.2004)


 

HOME    Il Sito    Gaggiano    Filatelia    Nel Mondo